€ 0,00 0

Camerlengo: vini secondo natura

Dopo aver lavorato per tanti anni a Roma come architetto, Antonio Cascarano ha cambiato vita. Nel 1998 è tornato nella sua terra d'origine - a Rapolla, in provincia di Potenza sulle pendici del Vulture - e ha deciso di sposare la sua passione per il vino e si è dedicato alla produzione di vini da soli vitigni autoctoni. Qui ha fondato Camerlengo, cantina che fa parte della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti.

I vini Camerlengo

Antonio, qual è la vostra filosofia?

"Produrre vino - racconta Cascarano - significa per noi lasciare che la natura faccia il proprio corso: non esistono tempi prestabiliti, come dimostra il fatto che nel 2002 non abbiamo vinificato perché non c'era uva, né il controllo delle temperature, l'aggiunta di sostanze chimiche, il filtraggio, la chiarificazione. E i solfiti sono ridotti al minimo in fermentazione: nel 2017 non li abbiamo proprio usati. Per rispettare questo credo, oltre che della FIVI facciamo parte anche dell'associazione Vite, molto restrittiva in termini di trasparenza e sostenibilità".

Quali vini producete?

"A Rampolla abbiamo due cantine: Camerlengo e Antelio. Quest'ultima cantina è legata alla vigna più giovane e produce l'Aglianico Antelio: un vino minerale e ampio ottenuto da uve di Aglianico in purezza con una fermentazione spontanea, una macerazione di 25 giorni in botti di castagno e un affinamento di 12 mesi in botti di castagno e 8 in bottiglia".

E Camerlengo?

"Il nome della cantina deriva dal nome del Cardinale che, per premiare la fedeltà delle popolazioni lucane al Papa, donò loro i terreni di Rapolla perché li potessero coltivare. Qui produciamo l'Accamilla, un bianco che nasce da un blend di Malvasia, Ciunguli (varietà di Trebbiano toscano) e Santa Sofia e viene fatto macerare sulle bucce 18 giorni. Poi abbiamo il Juiell, un rosato da uve aglianico, e infine l'Aglianico Camerlengo Basilicata Rosso IGT, il nostro cavallo di battaglia".

I vini Camerlengo

Come nasce l'Aglianico del Vulture Camerlengo?

"L'Aglianico Camerlengo nasce dalla nostra vigna più vecchia, con quasi 40 anni di storia, a circa 550 metri di altitudine. Qui il clima è temperato, con forti escursioni termiche dal giorno alla notte. Parliamo dell'annata 2014: il vino nasce da uve 100% Aglianico con una resa di circa 50 quintali per ettaro e viene raccolta colte a mano. Dopo la pigiadiraspatura, la fermentazione e una macerazione di 25 giorni in tini di castagno, matura in barriques per circa 12 mesi. Infine, viene affinato per almeno 8 mesi in bottiglia, nella nostra cantina che è una grotta di oltre 100 metri scavata nella roccia, e poi imbottigliato: secondo me, offre il meglio di sé dopo 18-20 anni dall'imbottigliamento".

Quali sono le sue caratteristiche?

"L'Aglianico Camerlengo Basilicata Rosso IGT 2014 è ha un colore rosso rubino, con profumi di viola e ribes, dai sentori di vaniglia, tabacco e cacao. Il gusto è ampio e morbido, con un finale lungo e persistente. Nonostante il 2014 non sia stata un'annata eccezionale, con il solo 50% delle uve utilizzate, si tratta di un grandissimo vino. Solitamente lo vendiamo solo su prenotazione perché produciamo in quantità molto limitate, in questo caso 2.600 bottiglie, e abbiamo una nicchia di fedeli appassionati in Italia, Francia, Canada e Stati Uniti che ha sposato il nostro modo di fare vino. Il vino si vende da solo, insomma: la nicchia crfesce, e l'attenzione verso cantine artigianali come la nostra è già una bgrande vittoria.

Scopri tutti i vini dei Vignaioli Indipendenti nello Store Online di Eataly!

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!