€ 0,00 0

Come fare l'orto sul balcone

Chi l'ha detto che per avere un orto domestico è necessaria una grande superficie? Per far crescere i frutti della terra in modo naturale e genuino basta anche un terrazzo o un semplice balcone: anzi, rispetto a un orto tradizionale i vantaggi sono diversi. Ecco tutto ciò che ti serve sapere su come fare l'orto sul balcone o l'orto sul terrazzo.

Come fare l'orto a casa

Come scegliere l'esposizione

Innanzitutto, l'esposizione. Come detto nell'articolo su come fare l'orto a casa, il sole è importante, ma non deve essere eccessivo. Le piante hanno mediamente bisogno di 6 ore di sole al giorno, magari evitando i raggi delle ore più calde soprattutto nella stagione estiva. Non tutte le specie, tuttavia, necessitano della stessa quantità di sole: le erbe aromatiche, ad esempio, non hanno problemi a essere esposte tutto il giorno (eccezion fatta per il prezzemolo), mentre varietà come lattughe, insalate, spinaci o cavoli crescono bene a mezz'ombra.

Vento e freddo, due nemici dell'orto

Per gli ortaggi più comunemente coltivati, invece, vale la regola delle 6 ore, evitando il sole più caldo. Anche il vento è nemico dell'orto: per proteggere le piante possiamo creare delle barriere frangivento con sedie, mobili o altri oggetti presenti sul balcone (possiamo fare la stessa cosa anche per creare delle zone d'ombra) o costruire dei tutori come piccoli bastoncini o canne di bambù, utili in realtà per tutte le piante giovani e deboli. Nella stagione più fredda, inoltre, è meglio tutelare le colture con qualche piccolo accorgimento: le radici possono essere protette avvolgendole in una pacciamatura di paglia, mentre la pianta può essere avvolta in sacchetti di juta o di tessuto-non tessuto nelle ore più fredde.

Pochi vasi, ma buoni

Dopo aver stabilito la posizione dei vasi dell'orto, dovremo decidere la superficie da occupare e il numero di vasi da riempire. Anche in questo caso, così come per l'orto in giardino, il consiglio è quello di partire da un numero limitato di contenitori, dando la precedenza alla plastica rispetto alla terracotta: meno bella esteticamente, ma più semplice da spostare e ripiantare.

Orto

Come preparare il fondo dei vasi dell'orto

Passiamo agli aspetti pratici: come fare l'orto sul balcone e l'orto in vaso? Al di là della dimensione del vaso e della coltura, in tutti i casi sarà importante garantire un buon drenaggio ai vasi per evitare l'accumulo di acqua e di umidità. Se vogliamo rivestire il vaso con una superficie di plastica sarà necessario forarla, mentre se vorremo inserire direttamente il materiale organico sul fondo sarà d'obbligo preparare un primo strato di 2 o 3 centimetri costituito da cocci, ghiaia o argilla espansa. Dopo aver allestito questo strato preparatorio procederemo con il terriccio, sul quale consigliamo di non risparmiare. Meglio sceglierne uno di ottima qualità mescolandolo con della sabbia (circa il 10%) e (poco) concime (bio, magari del terriccio di lombrico), per non bruciare le radici delle piante.

Come scegliere le dimensioni dei vasi

La dimensione dei vasi, inoltre, varierà a seconda dello sviluppo che potrà avere ogni pianta. Colture come pomodori (esclusi i ciliegini) zucchine (che tendono a svilupparsi in verticale e possono essere sostenute da graticci o pensili), meloni o angurie hanno bisogno di contenitori con un diametro di almeno 50 centimetri e un'altezza di 45-50 centimetri, mentre per ortaggi come melanzane, patate, peperoni, cetrioli o cavoli bastano vasi di 40 centimetri di diametro per 35 di altezza. Infine, piante più piccole come cicoria, lattuga, finocchi, aglio e piante aromatiche si accontentanto di un diametro di 20 centimetri e un'altezza di 25.

Meglio le piantine piuttosto che i semi

Qualsiasi coltura si scelga, è consigliabile piantare sul balcone una piantina già sviluppata piuttosto che un seme, perché difficilmente in vaso questi potrà attecchire. Così, non dovremo far altro che piantarla nel terriccio a 2-3 centimetri dall'estremità superiore del vaso, coprirla di terriccio compattandolo con le mani e innaffiarla abbondantemente.

Meno vasi, più grandi

Per ottimizzare lo spazio a dispozione, il consiglio è quello di utilizzare grandi vasi, affiancando colture diverse. Le regole principali da seguire sono due: non affiancare piante della stessa famiglia (zucchine/cetrioli/meloni o pomodori/peperoni/melanzane) e accostare invece una pianta con uno sviluppo lento con una che cresce in modo più veloce: in questo senso, è noto l'abbinamento tra spinaci (veloci) e legumi come fagioli o piselli (lenti).

Come fare l'orto a casa

Abbinamenti vincenti

E non solo: alcuni abbinamenti tra colture diverse portano enormi benefici a entrambe le specie. Qualche esempio? L’erba cipollina protegge la fragola, il pomodoro allontana un parassita, la cavolaia, da cavoli e cavolfiori, le santoreggia protegge i fagioli, mentre porri, aglio e cipolla lo fanno con sedano e carote. In generale le piante aromatiche, in particolare aglio, cipolla, porro, basilico, rosmarino e santoreggia, sono antiparassitari naturali che consigliamo di piantare ai lati del balcone o dei singoli vasi per proteggere le colture, mentre i legumi hanno la peculiarità di liberare l'azoto nel terreno, fungendo da fertilizzanti naturali.

Distanza di sicurezza

Qualsiasi specie sceglieremo, sarà fondamentale lasciare la giusta distanza tra una coltura e l'altra: le zucchine hanno bisogno uno spazio di circa 70 centimetri, i pomodori di 40, così come peperoni, cavoli, cetrioli, melanzane e cicorie; 25 centimetri per insalate, sedani e finocchi, 10 per aglio, cipolla e porri e solo 3 per le carote. Infine, quando piantare le specie che avremo scelto? La grande maggioranza delle colture andrà trapiantata a fine aprile-inizio maggio, a eccezione dei pomodori (già da fine marzo) e dei cavoli, che saranno piantati n autunno.

Come curare le piante dell'orto

Ora ci siamo: ora sai come fare l'orto sul balcone. Dopo averlo portato a termine, non dovrai far altro che curare con passione le tue piante, annaffiarle non a pioggia ma alle estremità del terreno all'ora del tramonto circa 3 volte a settimana (per le piante aromatiche ne basta 1 o 2). Un'ultima accortezza per chi vive in città: per evitare il deposito di polveri sottili sulle piante, è consigliabile coprirle con del tessuto-non tessuto e e lavare perfettamente gli ortaggi e i frutti con bicarbonato di sodio prima di mangiarli.

Sei interessato anche a come fare l'orto in giardino? Oppure preferisci scoprire direttamente quali ricette potrai cucinare con gli ortaggi del tuo orto? Potrebbero piacerti:

- l'hamburger di ceci e verdure con salsa al curry
- la frittata con asparagi, zafferano e crema di pecorino
- i fusilli con verdure, 'nduja e ricotta salata
- l'insalata russa

I PRODOTTI CONSIGLIATI

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!