€ 0,00 0

Gambero rosso di Mazara: tutto quello che c'è da sapere

In dialetto lo chiamano ammaru russu ed è uno dei crostacei più apprezzati in Italia e nel mondo: stiamo parlando del Gambero rosso di Mazara, un'eccellenza tutta italiana che ha conquistato il palato dei veri appassionati di pesce.

Il gambero rosso di Mazara Quante volte ti sarà capitato di ordinarlo al ristorante e apprezzarlo, magari in abbinamento a un calice di vino bianco, senza però conoscerne caratteristiche e curiosità? Abbiamo chiesto a Claudio della Pescheria di Eataly Smeraldo di raccontarcele: scopriamo insieme tutto quello che c'è da sapere sul Gambero rosso di Mazara!

La pesca del gambero di Mazara

Il gambero rosso di Mazara viene pescato nel Mar Mediterraneo a una profondità che varia tra i 200 e i 1000 metri. Il gambero rosso, però, esiste anche nell'Atlantico e in questo caso la carne del gambero possiede un sapore molto più intenso, oltre che essere meno pregiato.
Il gambero rosso di Mazara può essere pescato tutto l'anno, anche se i periodi migliori per pescarlo sono la primavera e l'estate.

L'abito fa il... gambero

Mai giudicare dalle apparenze, tranne in questo caso: l'autentico gambero rosso di Mazara è caratterizzato da un colore rosso vivo. Questo permette di distinguerlo da altri tipi di gambero, ma non da altre tipologie di gambero rosso, come quello dell'Atlantico. 
La femmina è generalmente più grossa del maschio: la prima può raggiungere anche i 23 cm, il maschio, invece, arriva a un massimo di 20 cm. Il rostro è allungato e possiede 5/6 denti (a differenza di quello viola che ne possiede 3).

Un sapore unico

Carni sode, bianche, dalle note leggermente dolci, e un profumo di mare inconfondibile: ecco cosa rende unico al palato questa tipologia di gambero rosso.

Quando è fresco?

Sbaglia chi crede al concetto di gambero fresco. Solo il pescatore è in grado di assaporarlo subito dopo averlo pescato, e questo perché il gambero viene abbattuto a bordo, non a terra. Sempre a bordo viene effettuata una selezione e la conseguente distinzione di taglie, da cui dipenderà anche il costo: a seconda delle dimensioni del crostaceo, avremo cassette differenti, dalla prima fino alla quarta scelta.

Occhio allo spreco

Del gambero rosso di Mazara non si butta proprio niente: dalla testa ai piedini, è tutto buono e commestibile. La testa, per esempio, può apparire leggermente nera perché al suo interno possono essere presenti le uova che, come dice Claudio della Pescheria di Eataly Milano Smeraldo, sono gustosissime!
In quanto a ricette a base di gambero rosso di Mazara, Claudio consiglia di gustarli a crudo, alla griglia, oppure leggermente scottati con un salsa agli agrumi.
Diego Puddu, Executive Chef di Eataly Milano Smeraldo, suggerisce invece una carbonara originale con l'aggiunta del gambero rosso di Mazara.
E le teste? Utilizzale per realizzare una zuppa, un guazzetto o una bisque di gamberi, accompagnate da alcune fette di pane tostato.

E se hai ancora dubbi su come cucinarlo, lasciati ispirare dai nostri consigli: scopri come cucinare il pesce, se crudo, cotto o marinato!

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!