€ 0,00 0

Ricette Pasquali: le tradizioni italiane

Nelle piazze, nelle chiese, nelle campagne. E anche sulle tavole. Le tradizioni pasquali nel nostro Paese esplodono con tutta la loro biodiversità anche in cucina: così, oltre ai grandi classici nazionali, ogni territorio nella settimana Santa propone le proprie ricette tipiche pasquali, che spaziano dagli antipasti ai dolci.

Le ricette tipiche di Pasqua: le torte salate

Le ricette di Pasqua al nord

A Milano la pasqua è dolce, con il Pan de Mej. Il nome deriva dal cereale con cui un tempo veniva preparato: il miglio. Oggi è stato sostituito da un impasto di mais e grano, profumato con fiori di sambuco. Anche a Trieste i dolci vanno per la maggiore: i Buchteln sono infatti soffici focaccine di pasta lievitata ripiene di marmellata. E in Trentino ci sono le polpettine pasquali con macinato di agnello, prezzemolo, rosmarino, scalogno, pepe e sale, rosolate nell’olio con aceto, vino e brodo.

La torta Pasqualina

Una delle ricette pasquali più associate a questo periodo di festa è senza dubbio la torta salata, preparata su una base di pasta sfoglia o pasta brisè (scopri come si fa!). Nel periodo pasquale, tuttavia, c’è poco spazio per l’improvvisazione e nelle regioni italiane dominano i grandi classici. Prima tra tutte la torta Pasqualina, ricetta ligure dalle origini religiose a base di verdure – tipicamente erbette, biete o carciofi –, maggiorana, ricotta e uova: nata nel lontano 1500, contiene infatti le uova sode intere simbolo di rinascita e, secondo la ricetta tradizionale poi semplificata negli anni, è composta da 33 sfoglie sottilissime sovrapposte, come gli anni di Cristo.

Le ricette tipiche di Pasqua: la tiella

Le torte salate regionali del centro…

In tema di torte salate, anche le ricette tipiche di Pasqua del centro e del sud Italia non sono da meno. In Emilia-Romagna si prepara la pagnotta romagnola o pagnotta di Sarsina (dal comune dell’Appennino tosco-romagnolo), un prodotto da forno semi-dolce dall’impasto simile a quello del panettone natalizio, ideale in abbinamento ai salumi. Con i salumi si mangia anche la crescia, o torta/pizza di formaggio, ricetta tipica di Umbria, Marche e Lazio: si tratta di un pane saporito e soffice, che contiene formaggi grattugiati o a tocchetti nell’impasto. E ancora in Lazio, precisamente a Gaeta, Pasqua fa rima con tiella: una torta salata fatta di un impasto simile al pane prodotto con olio di olive di Gaeta e ripiena di prodotti di mare o di terra, ad esempio polpi, calamaretti, scarola, spinaci e baccalà, zucchine, cipolle, alici, sarde e cozze.

… e del sud

In Campania, invece, si produce il casatiello sugna e pepe, ricetta inserita dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) della regione: è un pane a forma di ciambella con l’aggiunta di pecorino, pepe, sugna (l’insieme delle parti grasse e molli del maiale), salame napoletano e uova sode. Ancora in voga anche l’antenato del casatiello, il tortano, prodotto senza uova e pecorino, mentre in Basilicata si prepara la carcedda, una pizza rustica farcita con uova sode e ricotta.

Le ricette tipiche di Pasqua: le polpettine pasquali

Le ricette di Pasqua: dalle polpette alle uova sode

Se le torte salate sono tra le ricette più in voga nella settimana Santa, sono molti altri i sapori sapidi che riempiono le nostre tavole a Pasqua. In Toscana, il pranzo di Pasqua prevede spesso una minestra di brodo di gallina e un uovo sodo benedetto, ma anche la Panina Aretina, nella versione salata con lardo e salame o in quella dolce, con uva passa e zafferano. Mentre in Sardegna si prepara il salame di Tergu, ricavato dalla coscia di suino conservata sotto la cenere. E ancora in Lazio la colazione di Pasqua è caratterizzata dalla corallina, un salame tipico di quei giorni accompagnato dalla pizza al formaggio, mentre in Veneto si cucinano i vovi e sparasi, uova sode con erba di campo e asparagi.

La leggenda della pastiera

E neanche i dolci tipici sono da meno. A cominciare da una delle ricette tipiche di Pasqua più note, la pastiera napoletana, le cui origini sono legate a una leggenda marittima: si narra che le mogli di alcuni pescatori lasciassero sulla spiaggia di notte ceste con ricotta, frutta candita, grano, uova e fiori d’arancio per augurarsi un rapido rientro dei mariti; una tempesta, però, travolse le ceste e mescolò gli ingredienti, dando vita alla celebre torta.
In Piemonte si preparano poi i persi al furn, pesche cotte al forno ripiene di amaretto, mentre dal Friuli Venezia Giulia arrivano le titole, piccole treccie dolci che avvolgono un uovo rosso, e il pan de fighi, uno strudel ripieno di fichi secchi tritati, mandorle e nocciole.

pastiera napoletana

I dolci del sud

Al centro, troviamo poi la pizza di Pasqua di Viterbo: un dolce all’aroma di alchermes e cannella gustato a colazione nel latte, come dolce con il vinsanto o anche per accompagnare gli affettati, creando un contrasto sorprendente. Simile la ciaramicola umbra, una ciambella farcita con alchermes e glassata con l’albume d’uovo, mentre in Abruzzo si mangiano come dolci (un po’ a sorpresa) i fiadoni, calzoni cotti al forno ripieni di formaggio di pecora. In Calabria ci sono poi la cuzzupa, una pagnotta dolce di dimensioni che crescono con l’aumentare dell’età del nucleo familiare, e le pitte con niepita, biscotti a mezzaluna aromatizzati alla niepita, un'erba con foglie simile alla menta. Infine, tra le ricette tipiche di Pasqua della Sicilia troviamo le palmette, fatte di mandorla tostata e ricoperte di zucchero fuso colorato, e le cuddure cu l’ova, grandi biscotti che avvolgono un uovo sodo simili alla scarcella pugliese: un grosso biscotto fatto di pasta intrecciata che può assumere forme diverse (cestini, conigli, colombe), con incorporate in una treccia le uova sode. Secondo la tradizione, il dolce simboleggia la liberazione dal peccato: per mangiare la scarcella, bisogna "scarcerare" le uova dall'intreccio di pasta!

Ami cucinare? Scopri le tradizioni di Pasqua in Italia! E se sei alla ricerca di qualche regalo o bontà, scopri la Pasqua nello Store Online di Eataly!

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!