€ 0,00 0

Cucina veneta: i prodotti tipici

Il Veneto si estende dalle Dolomiti fino al mare Adriatico attraversando territori con una conformazione geologica molto varia: dalle montagne alle colline, scendendo verso la pianura Padana solcata da fiumi e canali fino alla zone lagunari della costa. Tanta varietà di paesaggi sviluppano una grande biodiversità e, di conseguenza, la cucina veneta presenta una ampia varietà di prodotti agroalimentari.

Cucina veneta: i formaggi

L’Asiago DOP è il formaggio più famoso della cucina veneta. Prodotto con solo latte vaccino nell'omonimo altopiano, viene commercializzato in due varietà: il Pressato, un formaggio grasso con crosta sottile, pasta elastica e un gusto che ricorda latte e burro; l’Allievo, formaggio semigrasso con pasta semidura dal profumo fragrante e intenso.
La produzione del Provolone della Valpadana DOP risale invece all’ottocento quando questo formaggio, tipico delle zone del sud Italia, arrivò nella pianura padana ricca di latte.
Il Monte Veronese DOP è un altro formaggio vaccino a pasta semidura, con un profumo intenso che arriva fino al piccante con la stagionatura.

La cucina veneta e i suoi prodotti tipici

Cucina veneta: i salumi

Per quanto riguarda invece i salumi, la tradizione norcina è meno sviluppata nella cucina veneta rispetto ad altre regioni che si affacciano sulla pianura. Va ricordato il Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP, dal sapore dolce e con una consistenza abbastanza morbida, prodotto esclusivamente con suini nati e cresciuti nella zona di produzione. Tra i salami sono degni di nota la Soppressa Vicentina DOP, da maiali locali allevati allo stato brado, e il Salame di Cremona IGP, profumato e speziato le cui origini risalgono medioevo.

Cucina veneta: gli ortaggi

Tanti invece sono i prodotti tipici della produzione agricola, a partire dal radicchio, vero e proprio simbolo della regione, con ben quattro varietà protette da denominazione: il Radicchio Rosso di Treviso IGP, caratterizzato da un gusto leggermente amarognolo e con una consistenza croccante; Il Radicchio di Chioggia IGP, un incrocio creato all'inizio del secolo scorso a partire dal trevigiano, anche questo di colore rosso; il Radicchio Variegato di Castelfranco, con foglie che vanno dal rosso a viola chiaro; e il Radicchio di Verona IGP, coltivato negli orti cittadini già dalla fine del settecento.

Cucina veneta: il riso

Il riso è un’altra produzione tipica della cucina veneta: in particolare il Riso Vialone Nano Veronese IGP, un semifino di grandezza media che libera molto amido e quindi ha una consistenza cremosa e assorbe bene i condimenti. Per questo, è ottimo per i risotti.

Cucina veneta: i vini

Infine l'Amarone della Valpollicella DOCG, un vino rosso secco da uve passite, è il vino più pregiato della regione, un prodotto unico che si esprime al meglio con un lungo invecchiamento. Il vino veneto più conosciuto nel mondo però è il Prosecco DOC, spumante medoto charmat da uve glera che ha saputo conquistare un posto di rilievo nel panorama enologico mondiale grazie alla sua semplicità e freschezza. Le due denominazioni Conegliano Valdobbiadene DOCG e Asolo DOCG determinano le zone dove il prosecco ha una lunga tradizione e sono particolarmente vocate nella produzione.

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!