€ 0,00 0

Botteghe e mestieri: una storia di amore e solidarietà

Il cibo, in Italia, è da sempre indissolubilmente legato a pensieri felici, grandi tavolate imbandite attorno alle quali riunire amici e parenti per celebrare le feste, per ritrovarsi dopo tanto tempo o anche solo per godere di uno dei grandi piaceri della vita. In Romagna, poi, non si può parlare di cibo senza menzionare la pasta fresca che richiama alla mente di tutti i romagnoli le domeniche passate a cucinare, i gesti ripetuti giorno dopo giorno dalla mamma e prima ancora dalla nonna: un prodotto che fa parte dell’educazione affettiva di tutti i veri romagnoli, che lo considerano un vero e proprio simbolo speciale del loro territorio.  A partire dalle sensazioni di sicurezza e serenità collegate al concetto di pasta fresca, nasce l’idea di Botteghe e Mestieri, una cooperativa che ha l’obiettivo di aiutare giovani adulti affetti da disabilità psichiatrica: attraverso un processo graduale di riabilitazione, i ragazzi vengono aiutati a ricostruire la propria vita ricreando un contesto di lavoro reale e non artificioso, in quanto caratterizzato dalla dignità tipica del lavoro manuale.

tort2

Il progetto Pasta della Casa

Claudio Mita e gli altri ragazzi della cooperativa lavorano ogni giorno, da 15 anni, mossi dal desiderio di aiutare le persone più in difficoltà, facendolo in modo semplice e concreto, che necessita però di tempo, cura costante e pazienza. Senza ricevere alcun tipo di contributo pubblico, con il progetto Pasta della Casa la cooperativa ha quindi deciso di realizzare una vera e propria bottega artigiana, proprio come quelle tipiche del Medioevo e del Rinascimento, quando queste erano spazi fondamentali di incontro fra un maestro e i suoi allievi. In questa bottega, la trasmissione di conoscenza passava attraverso l’osservazione e una serie di gesti pratici, ripetuti e perfezionati nel corso del tempo. Partendo da questa visione, la bottega in cui lavorano i ragazzi della cooperativa non è quindi solo un luogo di lavoro, ma uno spazio sicuro, in cui imparare a creare relazioni sociali solide e durature e in cui sentirsi protetti e difesi sufficientemente per poter iniziare a ricostruire, passo dopo passo, la propria vita. Il Maestro artigiano, viene quindi visto come una figura di riferimento, in grado di trasmettere non solo la passione per il lavoro, per la manualità e per quei gesti tanto legati alla storia affettiva dei ragazzi romagnoli, ma anche un entusiasmo ritrovato per i momenti passati in compagnia e per la vita attiva.

tort3

I Tortellini di Pasta della Casa

Per ricreare l’atmosfera accogliente e rassicurante delle domeniche in famiglia e per rispettare la tradizione, i tortellini di Pasta della Casa – come tutti gli altri prodotti – vengono realizzati artigianalmente, seguendo rigorosamente i passaggi eseguiti dalle nonne e dalle mamme di una volta. La preparazione della pasta prevede la manualità in tutti i suoi passaggi, proprio per aiutare gradualmente i ragazzi a riprendere contatto con la realtà attorno a loro attraverso gesti semplici ma concreti. Passo dopo passo, seguendo l’abilità e l’esperienza del maestro, i nove ragazzi attualmente coinvolti dalla cooperativa realizzano prodotti di eccellenza, utilizzando materie prime del territorio provenienti da fornitori esclusivamente locali. Il tentativo di Botteghe e Mestieri è quello di creare una rete di fornitura non solo locale ma anche sociale, riuscendo quindi a costruire un valore concreto per il territorio e le persone che lo abitano.
Le mani sempre più esperte dei ragazzi arrivano quindi a trasformare le materie prime con cui lavorano, riuscendo a rendere qualcosa di inizialmente informe come il ripieno dei tortellini in qualcosa di bello, oltre che buono: il risultato è un prodotto eccezionale ed artigianale, dunque, ma anche dei ragazzi che pian piano riscoprono la bellezza di vivere in autonomia e di ritrovare sé stessi.

tort1

Un Natale con i tortellini di Pasta della Casa

Botteghe e Mestieri e il progetto Pasta della Casa sono quindi soprattutto una bella storia, grazie alla quale molti ragazzi hanno potuto godere di un miglioramento concreto nella vita di tutti i giorni: rianimati da un desiderio riscoperto verso la vita sociale attiva, molti dei ragazzi coinvolti sono riusciti a ridurre i medicinali di cui prima di iniziare questo percorso non potevano fare a meno. Una conquista inestimabile, quindi, che passa attraverso la realizzazione di un prodotto ottimo e artigianale, perfetto per arricchire la tavola, insieme a un buon brodo di carne, nel periodo delle feste natalizie, per un Natale all’insegna della solidarietà.

Se sei curioso di scoprire tutto il sapore dei tortellini di Pasta della Casa, puoi acquistarli con consegna in giornata a Milano, Roma e Torino.

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!