€ 0,00 0

Celestina Fè: storia e prodotti della cantina

Una terra tanto dura quanto rigogliosa quella della Maremma Toscana. Lo sa bene Moira Guerri, titolare della cantina Celestina Fè, che in queste terre, a soli 24 anni, contro tutto e tutti, ha scelto di produrre il suo vino.

È la terra nella quale sono nata e dalla quale non andrò mai via.
Moira Guerri

Tutto ha inizio da lei, Moira. Difficile trovare qualcun altro con un legame alla terra così forte, così viscerale. Moira ama questi vigneti, ama la natura e la sua generosità, perché “per fare un vino buono, di qualità, non bisogna essere egoisti ma generosi, proprio come lo è la natura con noi”.

Moira Guerri della Cantina Celestina Fè

Già all’età di 13 anni produce il suo primo vino nell’azienda dei genitori e da lì intuisce che quello sarebbe stato il suo futuro. Da qui alla concretizzazione del suo sogno passano non pochi anni e nel 1999, all’età di 24 anni, Moira acquista il podere nel quale fonda Celestina Fè, la cantina che porta il nome di sua nonna, la donna che le ha insegnato ad amare la terra, quella terra che non abbandonerà mai.

Gli insegnamenti di Nonna Celestina

“La natura non sbaglia mai, sa sempre ricompensarti” diceva Nonna Celestina, imprenditrice agricola, ma soprattutto una donna forte che nei primi anni del ‘900 ha saputo farsi valere in una società nella quale la presenza di figure femminili imprenditoriali era più unica che rara. La forza di Celestina si riflette in quella di Moira: due donne forti, ambiziose e tenaci, con degli obiettivi da raggiungere. Per Moira quelli più importanti per i primi 12 anni sono stati solo la produzione e la qualità del vino: “Volevo arrivare a un certo livello e per 12 anni, da sola, mi sono dedicata solo alla produzione del mio vino, e solo dopo anni ho iniziato a pensare anche ad altri aspetti dell’attività come la commercializzazione”.
Oggi Moira conta sull’aiuto di più collaboratori, compreso il marito, nonostante sia sempre lei a seguire personalmente ogni fase di produzione, perché, come dice proprio suo marito: “La ricetta da dare agli altri non ce l’ha”.

La Maremma

E anche se la ricetta non esiste, una cosa è certa: tra gli ingredienti più importanti c’è il territorio e tutte le sue caratteristiche e proprietà che grazie a madre natura passano alle vigne e, di conseguenza, al vino. Celestina Fè si trova a 2 km dal mare e vicino al Parco Regionale della Maremma.

I vigneti di Celestina Fè

La Maremma è uno dei pochissimi territori, se non il solo, a essere unicamente agricolo. L’agricoltura è l’attività principale dell’area ed è svolta con rispetto nei confronti del territorio: “Qui il rispetto nei confronti della terra è tutto; gli allevamenti sono allo stato brado e il “fare biologico” è all’ordine del giorno”. I terreni giovano della vicinanza del mare che trasmette mineralità e sapidità ai vini di Moira, nonché quella tipica nota di balsamico che distingue la sua produzione. Ma oltre al mare, le vigne di Moira sono vicine al fiume Osa, in antichità un fiume etrusco navigabile, e questa vicinanza permette di creare un microclima unico: in Maremma il clima è semi-arido ed è molto caldo, ma l’escursione termica della notte fa sì che l’uva continui a crescere e maturare, dando vita a note di frutta fresca e di spezie.
Queste condizioni particolari consentono a Moira di portare avanti un sistema di coltivazione definito “naturale”. Oggi la sua produzione è certificata biologica; i vigneti non sono mai stati concimati e l’utilizzo dei macchinari è ridotto al minimo, per evitare il più possibile l’emissione di Co2.
Ma Moira si è già posta un obiettivo più grande, quello del biodinamico: “Il futuro può essere solo questo, non è altro. Io ci sono nata qui, ma è come rinascere ogni volta. La amo troppo questa terra. Devi aver pazienza perché è dura la nostra terra, ma sa sempre ricompensarti”.

La produzione Celestina Fè

5 etichette, 40 mila bottiglie all'anno: numeri che si traducono in passione e qualità. Queste 5 etichette nascono prevalentemente da vitigno Sangiovese e portano nomi importanti.

Sangiovese Celestina Fè

Il primo è il Celestina Fè, sangiovese in purezza, nonché il primo vino in assoluto prodotto da Moira, e che per questo porta il nome della nonna. È il vino del cuore, il primogenito di Moira, prodotto da uve nate nel vigneto più vecchio: “È un vino evoluto, con aromi di frutta, note di balsamico e un tannino molto elegante”.
In vigneti più giovani, Moira coltiva anche vitigni francesi come il Cabernet, Merlot e Petit Verdot, con i quali realizza i blend Amorè (sangiovese, merlot e petit verdot) ed Erzilia (cabernet e merlot).

Lottare sempre, arrendersi mai

Essere donna in agricoltura è sempre più difficoltoso, perché alla fine è un mondo prettamente di uomini. Quando io ho iniziato perché ho acquistato il podere, piantato i vigneti, e costruito la cantina, all’inizio pensavano che fossi matta, ma queste difficoltà mi hanno spinto a essere sempre più forte e a crederci sempre di più in quello che facevo. Oggi posso dire che ce l’ho fatta.”

Scopri altre storie dei Produttori di Eataly e non perderti i vini degli artigiani del vino nello Store Online di Eataly!

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!