€ 0,00 0

Una storia dolce così: dal miele allo yogurt di capra Biobruni

La storia inizia con il miele. Una storia dolce, proprio come dolce è l’amore che Osvaldo Bruni, e poi suo figlio Samuele, provano per l’Azienda agricola Biobruni.

"Perché la scelta del biologico?
Sono nato per difendere la natura,
e posso lavorare solo così,
perché ce l'ho nel cuore"
Osvaldo Bruni

L'azienda agricola Biobruni

La natura nel cuore

Osvaldo Bruni nasce a Milano ma ben presto si appassiona al mondo dell’apicoltura. È tra i pionieri del settore ed è tra i primi a ottenere ufficialmente la certificazione di apicoltura biologica.
È nel 1985 che il signor Osvaldo, alla ricerca di una base per la produzione del miele, trova una cascina a Montaldeo, in provincia di Alessandria, grazie a un annuncio su una rivista di agricoltura biodinamica. Si stabilisce qui con la sua famiglia e qui, dal 1986, inizia a produrre miele, ritenendo anche di aver trovato un’area particolarmente adatta all’apicoltura perché lontana dai centri urbani.

Ieri, oggi e… domani

Samuele è uno dei cinque figli di Osvaldo. Sin da piccolo è amante della natura e appassionato proprio come il padre. Per questo decide di studiare Scienze dell’Alimentazione, ma in Inghilterra, dove rimane per lavoro anche dopo la fine degli studi. Dopo 10 anni, insieme alla moglie, fa ritorno a casa prendendo le redini dell’azienda al posto del padre Osvaldo.
L’amore e il rispetto per la natura accomunano Samuele e sua moglie, che insieme investono nell’azienda: sono passati solo tre anni dal loro arrivo e l’azienda ha già visto la nascita di un nuovo caseificio per la produzione lattiero-casearia di prodotti caprini. “La nostra ambizione per il futuro è di crescere un’azienda eco-sostenibile, non solo per noi, ma per le generazioni successive. Speriamo che BioBruni possa essere un esempio di riferimento come azienda agricola capace di fare la differenza nella società moderna.” Afferma così Samuele che, oltre alla produzione lattiero-casearia, porta avanti anche quella di produzione del miele iniziata dal padre, dando vita, in base all’annata, a mieli di eccezionale qualità.

Il territorio: una giusta intuizione

Osvaldo Bruni aveva fiutato bene: il contesto territoriale e le condizioni climatiche in esso presenti hanno da sempre reso l’azienda agricola un luogo ideale per la produzione biologica. Le ragioni sono molteplici: a partire dalla vicinanza al Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo e dalla presenza delle vallate che circondano l’azienda agricola, assolutamente incontaminate e prive di agricolture di tipo intensivo.

Un habitat da sogno

È proprio in questo paradiso e territorio incontaminato che le capre dell’azienda agricola Biobruni sono capre felici. La razza è quella della Camosciata delle Alpi, chiamata in questo modo per la somiglianza al camoscio. Si tratta di una razza con un forte spirito di adattamento, una buona tolleranza ai climi caldi e freddi. sono anche buone produttrici di latte e particolarmente adatte al pascolo esterno.

La capra Camosciata delle Alpi

L’importanza del benessere animale

Le capre dell’azienda agricola Biobruni non potrebbero essere felici se non venisse rispettato il loro benessere: “Il benessere animale per noi è un principio che va oltre tutto”, afferma Samuele, che continua: “siamo tenuti a rispettare ciò che la natura ha dato a noi e agli animali, e dobbiamo fare di tutto per contribuire in modo positivo e virtuoso”.
Le capre di Biobruni vengono allevate nel modo più naturale possibile e secondo un’alimentazione stagionale: sono libere di pascolare in terreni collinari e semi-boschivi ricchi di arbusti e biodiversità. Questo consente all’azienda di produrre localmente foraggi che vengono mangiati dal pascolo: è un esempio virtuoso di modello produttivo e di allevamento.

La produzione interna di foraggi

Un prodotto indistinguibile

Ogni azione ha una conseguenza, e l’azienda agricola Biobruni questo lo sa bene. Perché ogni scelta fatta da Osvaldo e poi da Samuele portano inevitabilmente alla creazione di prodotti lattiero-caseari di eccellente qualità, caratterizzati da freschezza, autenticità e rispetto. Questo perché il latte viene munto al mattino e mandato subito al caseificio per essere trasformato, mantenendo dunque tutte le caratteristiche nutrizionali e organolettiche. L’azienda si è specializzata nella produzione di yogurt di capra, un prodotto leggero, privo di addensanti, prodotti chimici o proteine in polvere. In più non viene rimossa l’acqua e viene fatto coagulare in acqua, proprio come una volta.

La voglia di sperimentare e di proporre nuovi sapori ha spinto la Biobruni a produrre una nuova linea di yogurt di capra, in collaborazione con una cooperativa piemontese che raccoglie frutta biologica. Si tratta di yogurt di capra con l’aggiunta di pere, mirtillo, nocciola, oltre che del miele prodotto già dall’azienda. Il risultato? Yogurt di capra con solo frutta e un po’ di zucchero, senza aggiunta di aromi artificiali.
Ma oltre agli yogurt, l’azienda agricola Biobruni si è lanciata, con successo, anche nella produzione di kefir, latte fermentato ricco di fermenti lattici e batteri buoni per la nostra flora intestinale.

Scopri le storie di altri produttori, che hanno fatto dell'amore per la terra e del rispetto per la natura le colonne portanti del loro mestiere, come quella di Giorgio Arnaudo e il suo incontro con Sergio Capaldo e il Consorzio La Granda!

Inizio pagina