€ 0,00 0
26/06/2018

Il Photofestival da Eataly

Photofestival 2018: Eataly Smeraldo ospita la mostra fotografica La ricchezza del grano di Francesca Moscheni a cura di Roberto Mutti. 

Quest'anno partecipiamo alla grande kermesse del tredicesimo Photofestival, la rassegna di fotografia d'autore promossa da AIF -Associazione Italiana Foto & Digital Imaging, ospitando dal 4 al 30 giugno la mostra "La ricchezza del grano" di Francesca Moscheni, a cura di Roberto Mutti. L'inaugurazione della mostra si terrà il 7 giugno alle 18.30, durante la Milano Photo Week. 20 scatti di grande formato  per raccontare la bellezza e la bontà di una delle più antiche coltivazioni dell'uomo. I pannelli fotografici saranno oggetto di un'installazione aerea al centro dello store. La fotografia è una forma d'arte e di racconto che ben si colloca in spazi non convenzionali, diventando una finestra su mondi inattesi. La mostra dedicata al grano guiderà il visitatore - anche quello più occasionale - alla scoperta di questo protagonista della vita e dell'alimentazione dell'uomo.

La Ricchezza del Grano 2018

LE FOTO DI FRANCESCA MOSCHENI
Gli archeologi hanno trovato tracce di coltivazione del grano risalenti al periodo Neolitico e ciò significa che ha accompagnato l'evoluzione dell'uomo fin dalle origini trasformandosi ben presto in elemento simbolico della vita. Spezzare un pezzo di pane in onore di un ospite era un atto di grande importanza come intrecciare un trofeo di spighe da offrire agli dei: i Greci lo facevano con Demetra venerata come divinità del grano, i Romani con Cerere, gli Etruschi con Horta, i Sumeri con Nisaba. Il pane che con la farina si impastava e ancora si impasta continua a conservare in sé simbologia, importanza nutrizionale e bellezza esteriore: è intorno a questi aspetti che Francesca Moscheni si è mossa per dar vita a still life di calibrata bellezza caratterizzati da un'accorta composizione dell'immagine e da un uso rigoroso della luce. Accostate in dittici attentamente studiati in modo da creare analogie, sequenze temporali, allusioni estetiche, le fotografie sanno così trasmettere sensazioni non solo visive. Chi le osserva, infatti, ha la sensazione di percepire quel profumo e quella fragranza che da sempre caratterizzano il pane quando è lavorato con la cura che merita. "Mi è molto piaciuto lavorare sul progetto del grano perché è un tema trasversale, dai campi coltivati attraverso la cucina fino alla religione. Metafora di come la vita può assumere vari aspetti e prendere molte direzioni, dai chicchi alla farina, dalla farina alla pasta, al pane, ai dolci, attraverso diverse culture e diverse abitudini, tra simboli e stereotipi" Francesca Moscheni

IL GRANO, TEMA DEL MESE
Il grano risplende nei campi e ci racconta l'estate, evoca il profumo del pane sfornato, la tradizione della pasta tirata a mano e più in generale della nostra tavola. Noi dedichiamo il mese di giugno al grano come simbolo di agricoltura buona: un elemento povero e semplice, capace di dar vita a una moltitudine di prodotti complessi che contraddistinguono la cucina italiana in tutto il mondo. Raccontare il grano per raccontare il lavoro degli agricoltore, che si dedicano alla cura della terra per ottenere una materia prima di qualità. Così come i produttori, che con percorsi virtuosi valorizzano la biodiversità preservandola nel rispetto dell'ambiente e della tradizione.

FOOD PHOTOGRAPHY, IL WORKSHOP
Nell'ambito del Photofestival, organizziamo, in collaborazione con AIFoto, un workshop di food photo photography tenuto dal fotografo Giovanni Malgarini.

Sabato 16 giugno, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, 50 €
Prenota qui il tuo posto

Il corso è dedicato a chi vuole scoprire le tecniche che si celano dietro alle grandi fotografie di piatti, I partecipanti utilizzeranno le attrezzature messe a disposizione da Manfrotto, Joby e Canon, tutti Brand Partenrs di AIFoto.

Inizio pagina

AVVISO:


Spiacenti, non è possibile acquistare le confezioni natalizie in prevendita insieme ad altri prodotti dello Store Online.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!