CONSEGNA GRATUITA PER ORDINI SOPRA I 49 €!

Inserisci il CAP

Eataly e Plenitude insieme, per creare dei Sentieri Sostenibili

Nell'autunno 2020 è nato "Sentieri Sostenibili per una Nuova Energia", un nuovo progetto di collaborazione tra Eataly e Plenitude, pensato all’insegna dell’efficienza energetica e delle eccellenze alimentari.

È iniziato così un percorso di efficientamento energetico dei nostri negozi e della nostra filiera, con la promozione della cultura dell’efficienza energetica anche nei confronti dei nostri clienti, e un ciclo di corsi dedicati alla cucina sostenibile.

Plenitude | Eataly

Una Nuova Energia nei nostri negozi

La collaborazione permette di ottimizzare ulteriormente i consumi energetici dei nostri negozi, riducendo l’impatto sull’ambiente. Da gennaio 2021, poi, Plenitude ha iniziato a fornire ai negozi energia verde certificata prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili. La competenza tecnica degli esperti di Plenitude è a disposizione anche per la riqualificazione energetica dei nostri impianti produttivi e dei fornitori.

I primi risultati: evitate 200 tonnellate di CO2

Nel primo anno del progetto, con gli interventi avviati a Eataly Piacenza, Eataly Roma, Eataly Torino Lingotto e Eataly Milano, abbiamo evitato l'emissione nell'ambiente di oltre 200 tonnellate di CO2. Abbiamo inoltre ridotto del 25% i consumi legati al riscaldamento, raffreddamento e ventilazione dei 4 negozi. È un punto di partenza importante: la quantità di CO2 risparmiata è pari a quella che, nell'arco di 1 anno, possono assorbire 2.000 tigli!

Eataly e Plenitude: Sentieri Sostenibili

I corsi dei Sentieri Sostenibili per i nostri clienti

Per stimolare le persone a fare un uso migliore dell’energia e delle risorse, Eataly e Plenitude hanno studiato poi delle ricette sostenibili e un calendario di corsi in cui gli esperti di Plenitude si affiancheranno agli chef di Eataly per portare in primo piano anche in cucina l’uso efficiente dell’energia.

Ogni appuntamento rappresenterà l’occasione per insegnare a utilizzare ingredienti di prima qualità, buoni dal punto di vista organolettico e puliti dal punto di vista ambientale, preferendo prodotti di stagione e con packaging ridotti al minimo, con ricette che incentivano il risparmio energetico anche in cucina. Le ricette dei corsi andranno a comporre il “Ricettario della Sostenibilità".