€ 0,00 0

Frutta, verdura e pesce di ottobre: cosa mangiare di stagione

A ottobre l'autunno entra nel vivo e appaiono in tavola alcune prelibatezze davvero pregiate. Tartufi, funghi, castagne: bontà che resistono per poche settimane, nelle quali giocano un ruolo da protagonisti. E poi tanta frutta, legumi e pesci speciali. Scopri la frutta, la verdura e il pesce di stagione a ottobre!

La spesa di ottobre: i tartufi

La verdura, i funghi e i legumi di ottobre

Broccoli, cavolfiori, cavoli cappucci, cavoli romani, cavolini di Bruxelles, verze: bolliti, saltati, gratinati, per un sugo. Sono versatili e ricchi di sali minerali, vitamina B e C. Scopri la ricetta della tartare di culatello e cavolo cappuccio.

Carciofi: tra la verdura di stagione a ottobre c'è già spazio per i carciofi, ottimi in insalata, bolliti, in padella o per un sugo. Hanno un gusto unico e inconfondibile.

Ceci: dall'alto contenuto proteico ed energetico, i ceci hanno un sapore dolce e avvolgente e si prestano alla creazione di molti piatti. Scopri 5 ricette originali con i ceci!

Fagioli: questi ricchi legumi sono ottimi nelle zuppe, per preparare condimenti da abbinare anche al pesce o per un ottimo primo piatto.

Funghi: dire funghi è molto riduttivo. Ne esistono centinaia di tipologie, da mangiare in un sugo, fritti, trifolati, al forno. O pronti da mangiare.

Melanzane: si prestano a vari tipi di cottura, dalla griglia, al fritto, al forno. Puoi usarle per preparare ottimi sughi o il panino con sorpresa di caponata.

Pomodori: i re della dieta mediterranea. Crudo in insalata, in numerose varietà, o cotto per preparare il sugo: scopri la versione rivisitata da Eataly!

Prezzemolo: ricco di sali minerali, vitamine - A, C e K - fibre, proteine e carboidrati, ha proprietà ipotensive, diuretiche, lassative e curative. Pilastro della cucina mediterranea per dare gusto e personalità ai piatti, soprattutto di pesce.

Rape e cime di rapa: famose in Puglia per il sugo delle orecchiette o nei piatti di pesce, sono ottime anche stufate come contorno, con l'aggiunta di un po' di peperoncino.

Ravanelli: crudi e croccanti, possono essere tagliati a fettine in un'insalata o sgranocchiati interi.

Rucola: aromatica e pungente, la rucola è ricca di vitamina C, minerali e moltaacqua. Contiene anche acido folico ed è quindi utile alle donne in gravidanza: provala negli gnocchi di miglio con pesto di rucola!

Sedano rapa: ha un alto potere depurativo ed è l'ideale per smaltire le tossine.

Taccole: questo legume si differenzia dagli altri perché va mangiato tutto, compreso il baccello. Provale in padella, stufate o in un sugo con i gamberi.

Tartufi: il re della tavola arriva in autunno, per poche settimane. Scopri come conservarlo e usarlo in cucina!

Topinambur: questa radice ha innumerevoli proprietà benefiche. Può essere cotto a vapore, fritto, cotto in padella o grattugiato.

Zuccaortaggio dai mille usi in cucina, che puoi usare per zuppe, creme, risotti, antipasti fritti o cotti al forno.

Zucchine: ricche di potassio e utili per la salute delle vie urinarie e dell'intestino, sono molto veratili e possono essere mangiate come controno, nei sughi magari in abbinamento al pesce o ripiene.

La frutta di stagione a ottobre: melograno

La frutta di ottobre

Arance, mandarini e mandaranci: tipici frutti invernali, sono ricchi di vitamina C. Ottimi da soli a fine pasto, ma anche nelle insalate o per accompagnare carne e pesce. Ecco la ricetta del manzo alle 5 spezie con cipolle sciocche, finocchi e arance.

Cachi: tra la frutta di stagione a ottobre, per poche settimane, ecco i cachi, ricchi di vitamina C, betacarotene e di minerali. Sono zuccherini e gustoso solo se perfettamente maturi.

Castagne: frutto autunnale molto versatile, sono ottime arrostite o in purea per preparare gnocchi, zuppe e dolci come il mont blanc.

Fichi: dolci, ricchi di vitamine e proprietà antinfiammatorie, hanno un apporto calorico più basso di quello che si potrebbe pensare.

Fichi d'India: hanno una polpa succosa e carnosa molto ricca di acqua, zuccheri, vitamine e sostanze minerali. Un simbolo estivo del Sud.

Frutti di bosco: ricchi di antiossidanti, sono dolci e gustosi. Puoi farci una confettura, una salsa per un dolce o anche per un secondo piatto agrodolce.

Kiwi: ricco di potassio e vitamina C e a basso contenuto calorico, è un frutto dolce e fresco. Provalo nella tartare di pesce e frutta.

Melograno: potente antiossidante, ha un gusto dolcemente acidulo ed è ottimo spremuto o nelle insalate.

Pesche: frutto zuccherino ricco di vitamina A, benefico durante l'esposizione al sole, e di vitamina C, che permette in particolare di facilitare l'assorbimento del ferro.

Pere: ne esistono tante varietà, dalle pere cosce alle pere William, di tanti colori e dimensioni, tutte dolci e succose. Provale sciroppate!

Prugne: ricche di vitamine e sali minerali, sono un buon rimedio contro la stanchezza.

Uva: protagonista sulle tavole... e nelle bottiglie!

frutta, verdura e pesce di stagione a ottobre: calamaro

Il pesce di ottobre

Branzino: (o spigola) magro e tenero, si presta a tutti i tipi di cottura: in padella al forno, nei sughi ma anche cruda.

Calamaro: allungati e grigi-rossastri, ecco tra il pesce di stagione a ottobre il calamaro, dalle carni pregiate ottime per fritto, risotti e secondi ripieni.

Gallinella: vive in fondali sabbiosi e profondi ed è caratterizzata da una grande testa e dal tipico colore rosa. Ha carni saporite ed è ideale per condire la pasta o per le zuppe.

Occhiata: dalla forma ovale con un corpo molto schiacciato, occhi grandi e un colore grigio-azzurro, ha carne simile a orata o sarago. Adatta a ricette al forno, al sale o al cartoccio e per zuppe.

Ricciola: dalla caratteristica colorazione argentea azzurra, ha carne saporita e si presta alla cottura al vapore o al forno, ma è ottima anche nei sughi o cruda. Scopri la ricetta del carpaccio di riccola con zenzero, lime e melograno.

Seppia: questo mollusco bianco è ottimo ripieno, alla griglia e nei sughi, per i quali si può utilizzare anche il suo nero, cioè il liquido espulso dall'animale in situazioni pericolose.

Triglia: conosci la differenza tra triglie di scoglio e triglie di fango?

Altri pesci di stagione a ottobre sono: alalunga, dentice, lampuga, pesce spada, rombo chiodato, sarago.

Ecco: erano questi la frutta, la verdura e il pesce di stagione a ottobre. A proposito, sai già come riconoscere il pesce fresco? Scoprilo subito!

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!