€ 0,00 0

Alici o sardine? Stoccafisso o baccalà? Branzino o spigola? Niente più dubbi!

Con il pesce è facile confondersi. Quante volte ci è capitato di interrogarci sulle differenze tra due specie? O di dare il nome sbagliato a una varietà vista sul banco di un mercato? Ora tutti questi dubbi avranno una soluzione: ecco le risposte che stavi cercando!

Che differenza c'è tra alici, acciughe, sarde e sardine?

Tra alici e acciughe, nessuna: sono infatti lo stesso pesce (Engraulis encrasicolus). La sarda è invece un'altra specie di pesce, appartenente alla famiglia delle clupeidi. Le differenze principali tra alici e sarde stanno nel colore (le alici hanno sfumature dorate e le sarde rossicce), nella forma (molto allungata nelle alici, fusiforme e non compressa nelle sarde), nella dimensione (le sarde sono leggermente più lunghe) e nella bocca (le alici presentano una sorta di "naso" perchè la mascella superiore copre quella inferiore). Le sardine, invece, sono identiche alle sarde anche se spesso, per convenzione, si chiamano così le sarde conservate in scatola a filetti: scopri quelle dello Store Online di Eataly!

Sardine o alici: le differenze tra i pesci

Che differenza c'è tra merluzzo, stoccafisso e baccalà?

Si tratta dello stesso pesce, il merluzzo, così chiamato quando è fresco. Invece il baccalà è merluzzo salato e poi essiccato (per lo più al sole), ed è utilizzato per preparare piatti tipici come il baccalà alla vicentina o mantecato e nei sughi, mentre lo stoccafisso è merluzzo essiccato all’aria, senza aggiunta di sale, ed è ottimo in umido. Simile al merluzzo è inoltre il nasello, che ha carni simili a quelle del merluzzo ma è una specie differente: l'equivoco nasce dal fatto che con il termine "nasello" vengono invece comunemente chiamati i pesci appartenenti al genere “Merluccius”.

Che differenza c'è tra branzino e spigola?

Nessuna: sono lo stesso pesce. E allora perché si chiama in due modi differenti? Esistono due versioni: una geografica (branzino al nord, dal lombardo/veneto bransin, cioè branchino per via delle branchie in vista, e spigola al sud per via della spina acuta e tagliente come uno spigolo), l'altra legata al sesso, cioè spigola se depone le uova e branzino quando le feconda come maschio.

Che differenza c'è tra totani, calamari e seppie?

Questi tre molluschi vivono nei fondali rocciosi e sabbiosi; hanno una struttura molto simile ma anche alcune differenze. Ad esempio mentre totani e calamari hanno un corpo allungato, quello delle seppie è largo e tozzo, con manto striato grigiastro, a differenza di quello dei totani (rosso-violaceo) e dei calamari (grigio-rossastro). Il corpo delle seppie è attorniato dalle pinne che circondano il sacco delle viscere; il calamaro ha grandi pinne (ali) romboidali, mentre il totano ha pinne di forma triangolare più piccole nella parte finale del corpo. I tre molluschi hanno dimensioni simili (tra i 15 e i 50 centimetri) e una conchiglia interna: molto grande per la seppia (osso di seppia), più ridotta per totani e calamari, che hanno però una stagionalità diversa (primavera per il totano, autunno per il calamaro). Solo calamaro e seppia presentano infine nel sacco delle viscere una sacca di inchiostro, che espellono in caso di pericolo. Tra i tre molluschi il totano è il più economico e meno pregiato, perché ha una carne leggermente meno delicata e più dura.

Che differenza c'è tra coda di rospo e rana pescatrice?

Anche in questo caso, nessuna: sono lo stesso pesce pregiato appartenete alla famiglia dei Lofidi.

Che differenza c'è tra triglie di scoglio e triglie di fango?

Apparentemente simili, questi due pesci presentano alcune differenze: la triglia di scoglio ha una colorazione bruno-rossastra con bande dorate lungo i fianchi, mentre quella di fango è biancastra-rosea sul dorso e biancastra sul ventre. La testa di quest'ultima ha inoltre un profilo più verticale, mentre quella della triglia di scoglio è più appuntita. Anche il numero di scaglie sulle guance varia: nella triglia di scoglio sono 2, mentre nella triglia di fango sono 3. E il prezzo, infine, è diverso: la triglia di scoglio costa circa 3 volte più di quella di fango.

Che differenza c'è tra filetto di tonno, ventresca e tarantello?

Le carni del tonno rosso si dividono in tre tipi di filetto. La parte dorsale è quella che troviamo più spesso in commercio ed è la meno pregiata e saporita tra le tre, ma anche la più magra. La ventresca è invece la parte ventrale del pesce ed è la più pregiata: tenera e gustosa. Infine il tarantello è una via di mezzo tra i due filetti precedenti, più morbido della parte dorsale ma meno della ventresca, ma molto saporito.

Che differenza c'è tra pagro e pagello?

Nonostante abbiano un aspetto simile, si tratta di due specie di pesci differenti. Oltre a variare per dimensione (il pagro è più grande e può raggiungere i 15 chili), si riconoscono dal colore: il pagello tende al rosa e, se catturato da poco, presenta dei puntini azzurri sul manto, mentre il pagro è rossastro con lievi bande verticali gialle e fasce brune.

Che differenza c'è tra vongole, arselle e lupini?

Le vongole (spesso intese come vongole da allevamento) hanno un sapore meno intenso rispetto alle arselle (o vongole veraci) e ai lupini, e un prezzo inferiore. Per quanto riguarda l'aspetto, le vongole da allevamento presentano due lunghe antenne che escono dal guscio nella fase di pulizia, mentre le arselle hanno le due antenne separate. I lupini, infine, non presentano antenne. Scopri come utilizzare le vongole in una delle nostre 10 ricette facili di pesce!

Festa del Mare

Che differenza c'è tra sogliola e platessa?

Questi due pesci vivono entrambi sdraiati sul fianco sul fondale del mare. Tra i due, la sogliola è quello più pregiato, con carni saporite e poche spine. A livello estetico, la sogliola ha il lato rivolto verso il fondo bianco, mentre quello verso l'alto è grigio-brunastra, con macchie irregolari, mimetico e spesso camaleontico. Le pinne partono dal capo e corrono per tutta la lunghezza del corpo e la forma è ovale leggermente allungata. Il lato posto verso l'alto della platessa è invece bruno con macchie rossastre. La forma è romboidale e le pinne partono dalla metà del corpo e arrivano fino alla coda.

Ora che hai scoperto le differenze tra i pesci, sei pronto per acquistarli, magari all'asta del pesce di Eataly: scopri come riconoscere il pesce fresco!

Inizio pagina

AVVISO:

Spiacenti: non è possibile acquistare eventi, prodotti e/o Eataly Card all'interno dello stesso ordine.

Puoi comunque effettuare 2 ordini separati.

Grazie!