€ 0,00 0

È nata la Pizza Eataly

Da Eataly, la pizza è una cosa seria!

Siamo pronti ad una nuova sfida: insieme a Slow Food, vogliamo portare la qualità dei piatti iconici italiani ad un alto livello di standard. E così, dopo lo Spaghetto Eataly (2017), il Tiramisù Eataly (2018) e la Torta di mele (2019), nasce la Pizza Eataly: la nuova ricetta è stata ideata da Francesco Pompilio, pizzaiolo Corporate di Eataly, con il supporto dell’executive chef Enrico Panero, del produttore delle farine Fulvio Marino e dell'esperto pizza di Slow Food Italia Antonio Puzzi. Ma conosciamo ora la novità della stagione!

La Pizza Eataly

I 4 pilastri: filiera, lavorazione, leggerezza, democraticità

Né romana, né napoletana ma “Eataly”. Quella che troverai nelle 10 Pizzerie degli Eataly in Italia (Torino Lingotto, Pinerolo, Milano, Genova, Trieste, Firenze, Piacenza, Forlì, Roma e Bari) è una pizza basata su quattro solidi pilastri che la rendono unica:
1. La filiera: espressione della profonda conoscenza dei territori e dei processi produttivi di tutti gli ingredienti.
2. La lavorazione: il punto di arrivo di conoscenze maturate nel corso degli anni. È l’incontro di tradizioni, lunga pratica e competenza dei pizzaioli Eataly.
3. La leggerezza, resa possibile dall'accurata selezione delle farine, dall'utilizzo della biga, da una lavorazione complessiva di almeno 50 ore, dalla cottura delicata e dalla semplicità delle guarnizioni.
4. La democraticità: per rispecchiare l’anima della pizza, piatto conviviale e popolare per eccellenza, il prodotto deve rimanere accessibile pur a fronte di ingredienti di altissima qualità.

I protagonisti

- Le farine biologiche "Mulino Marino", italiane e macinate a pietra: Buratto e Tipo 0.
- La polpa "Antonella" dal pomodoro 100% italiano, coltivato e lavorato in Sardegna. La filiera rispetta chi coltiva e chi raccoglie i pomodori.
- Olio extraVergine di oliva "Roi" 100% italiano realizzato con le cultivar Ogliarola, Biancolilla e Taggiasca.
- Il fiordilatte fresco di giornata, prodotto nei caseifici di Eataly Milano, Eataly Torino e Eataly Roma, o selezionato dal banco freschi negli altri punti vendita.
- Sale integrale di Guérande, raccolto con tecniche manuali nella regione del Pays de La Loire, nella parte nord-occidentale della Francia.
- Il miglior basilico italiano dei mercati locali, una pianta aromatica che è uno dei simboli incontrastati della cucina italiana.

I 5 segreti della Pizza Eataly

1. Farina: usiamo solo le farine artigianali e biologiche del "Mulino Marino" di Cossano Belbo (CN), che da tre generazioni macina i chicchi nel rispetto del germe del grano e delle fibre, seguendo con cura tutta la filiera, dal campo al mulino.
2. Lievito: partiamo dalla biga, il pre impasto, a cui aggiungiamo il lievito di birra naturale. La biga riposa per oltre 24 ore prima di essere aggiunta all'impasto base della pizza. Scegliamo una quantità minima di lievito, meno del 0,02%, per garantirne gusto e digeribilità
3. Idratazione di alto livello: il 70% di acqua sul peso della farina permette di avere una pasta ricca di alveoli, soffice e morbida all'interno
4. Maturazione: il nostro impasto ha una lievitazione di almeno 50 ore... più digeribile di così!
5. Cottura: solo nel forno a legna rotante "Marana", ad una temperatura di circa 330°C per 3 minuti e mezzo, così la pizza è morbida e ben cotta all'interno, e croccante all'esterno.

La Pizza Firenze

Le Pizze del Territorio

Dal 19 marzo, ognuna delle Pizzerie Eataly introdurrà la propria specifica Pizza del Territorio, realizzata con Presìdi Slow Food e prodotti tipici locali, per rappresentare l'incredibile Biodiversità del Belpaese.

MILANO - Bianca con fiordilatte "Miracolo a Milano", Pannerone di Lodi "Carena" Presidio Slow Food, pancetta steccata "Bertoletti", olio evo del Garda DOP “Avanzi”.
TORINO E PINEROLO - Bianca con fiordilatte "Montoso", Montebore "Vallenostra" Presidio Slow Food, patata piemontese, olio evo "Roi".
GENOVA - Bianca con fiordilatte "Malù", toma di pecora brigasca "Il Castagno" Presidio Slow Food, acciughe dei pescatori di Camogli, basilico genovese, olio evo di monocultivar taggiasca "Roi".
TRIESTE - Focaccia con prosciutto San Daniele "Dok dall’Ava" e Montasio fresco "Ca Form".
FIRENZE - Focaccia con Mortadella di Prato "Marini" Presidio Slow Food, pecorino toscano DOP “Il Fiorino" e cavolo nero toscano.
PIACENZA - Bianca con fiordilatte "Cascina Bosco Gerolo", caciotta tenera "Valsamoggia", Mariola “Salini” Presidio Slow Food, olio evo DOP Brisighella "Terra di Brisighella".
FORLÌ - Bianca con raviggiolo dell'appennino tosco-romagnolo "Boschetto Vecchio", salsiccia di mora romagnola “Zivieri”, patata emiliana, olio evo DOP Brisighella "Terra di Brisighella".
ROMA - Bianca con pecorino caciofiore "Gennargentu", mozzarella di latte di bufala del caseificio di Eataly Roma, Susianella di Viterbo "Coccia Sesto" Presidio Slow Food, olio evo Sabina DOP "La Mola".
BARI - Bianca con fiordilatte "Fratelli Tarantino", burrata "Fratelli Tarantino", capocollo di Martina Franca "Santoro", asparago pugliese, olio evo "De Carlo".

Il Giro d'Italia in 10 pizze

Prenderà il via a Eataly Smeraldo il tour delle Pizze del Territorio, in collaborazione con Slow Food: 9 pizze (più la Margherita Eataly) da provare eccezionalmente riunite per un’unica sera e presentate da Francesco Pompilio e dai produttori dei Presìdi Slow Food locali. In abbinamento, una selezione di birre artigianali. Vediamo le tappe del tour:

- Martedì 19 marzo | Eataly Milano Smeraldo
- Martedì 26 marzo | Eataly Torino Lingotto
- Martedì 2 aprile | Eataly Roma
- Giovedì 9 maggio | Eataly Trieste
- Martedì 21 maggio | Eataly Forlì
- Martedì 28 maggio | Eataly Bari
- Martedì 4 giugno | Eataly Piacenza
- Martedì 11 giugno | Eataly Pinerolo
- Martedì 18 giugno | Eataly Firenze

Francesco Pompilio, Pizzaiolo Corporate Eataly

"Da oltre 12 anni Eataly si confronta con clienti in tutta Italia,
affrontando i temi dell'alimentazione di qualità con uno slancio
sempre rivolto al miglioramento. Per questo, oggi ci sentiamo
maturi per poter promuovere la nostra specifica idea sulla
pizza, frutto di esperienze maturate nel corso degli anni
e conferma della filiera di ingredienti di prima
qualità utilizzati dall'inizio del nostro percorso
".
Francesco Pompilio, Pizzaiolo Corporate Eataly

Vuoi saperne di più? Ecco il Manifesto della Pizza Eataly

Non ti resta che provare la nuova Pizza Eataly!

Inizio pagina