CONSEGNA GRATUITA PER ORDINI SOPRA I 99 €!

Inserisci il CAP

Daje! La settimana della cucina romana

Daje! La settimana della cucina romana da Eataly Milano

Supplì, carciofi alla giudia, coda alla vaccinara, cacio e pepe e la mitica carbonara sono il sogno ricorrente degli amanti della buona cucina in ogni angolo del mondo. E noi di Eataly Milano Smeraldo teniamo molto a esaudire i desideri di tutte le "buone forchette": dal 14 al 20 marzo celebriamo la cucina romana, una delle più saporite, pepate, fritte e deliziose che ci siano.

Ti aspettano tante proposte speciali che ti faranno sentire come fossi sul lungotevere, alla Garbatella o a Trastevere. Ci saranno showcooking, cene con ospiti romanissimi, prodotti e piatti tipici della Capitale in ogni menu e corsi per imparare a destreggiarsi tra le preparazioni considerate le colonne portati della tradizione gastronomica laziale.

La punta di diamante del palinsesto? Ostissimi: gli Osti più tosti di Roma! Una cena speciale che venerdì 18 marzo riunirà nella stessa cucina ben 8 Osti tra i più famosi - e tosti - della città. Assieme proporranno un menu imperdibile, che racchiude in 8 portate le meraviglie salate e dolci che popolano le tavole romane.

SCOPRI IL MENU E PRENOTA IL TUO TAVOLO

I piatti speciali dei nostri Ristoranti

Ogni ristorante di Eataly Milano racconterà diverse specialità romane, declinandole in tanti piatti sfiziosi e gustosissimi.

Scopri tutte le proposte speciali:

Pizza&Cucina:
Polpette al sugo
Tonnarelli cacio e pepe
Mezzi paccheri all'amatriciana
Carbonara
Gricia
Supplì classico
Supplì all'amatriciana
Pizza speciale alla carbonara
Pizza speciale con carciofi e pecorino

Pianodue:
Cacio, pepe e cozze
Carciofo alla Giudia con crema di pecorino

Lavazza:
Pizza alla pala speciale gricia, con guanciale e pecorino romano

Gastronomia:
Abbacchio con patate
Gnocchi alla romana burro salvia e parmigiano
Coda alla vaccinara

Insomma, ci sarà proprio tutto!
Ah, quasi dimenticavamo un importante dettaglio: nel weekend ci saranno anche i maritozzi!

Allora, "se beccamo"?