CONSEGNA GRATUITA PER ORDINI SOPRA I 99 €!

Inserisci il CAP

Non si butta via niente: come riutilizzare il Parmigiano Reggiano

La pratica del riciclo in cucina è uno di quei preziosi saperi che ha radici lontane, in tempi in cui riuscire ad ottenere piatti nutrienti a partire da quelli che oggi consideriamo scarti, era fondamentale per avere qualcosa sulla tavola, a cena. Le generazioni del passato, come quella dei nostri nonni e bisnonni, hanno reso questa pratica una vera e propria arte, che ha dato vita ad alcune delle ricette più gustose e saporite che ancora oggi assaporiamo.

Ed è proprio per onorare quest’arte e renderle giustizia, che oggi abbiamo pensato di proporti una serie di consigli per provare a ridurre gli sprechi nella tua cucina con piccoli consigli su come riutilizzare determinati ingredienti e renderli ancor più golosi. E lo facciamo, partendo da un prodotto iconico della tradizione culinaria italiana, uno di quei classici prodotti che tutti noi abbiamo in frigorifero, pronto solo per essere assaporato: il Parmigiano Reggiano DOP.
Pronto a scoprire come riutilizzare il Parmigiano Reggiano e realizzare delle ricette da leccarsi i baffi? Leggi qui sotto!

La crosta del Parmigiano Reggiano per una cucina no waste

La crosta è indubbiamente la parte di ogni formaggio – a parte alcuni rarissimi casi - che tutti noi tendiamo a buttare, quella che solitamente consideriamo inequivocabilmente inutilizzabile.

E se ti dicessimo, invece, che la crosta del Parmigiano Reggiano si presta in realtà a moltissimi utilizzi diversi?
Eh già, perché quello che spesso consideriamo solo uno scarto di questo straordinario formaggio può essere inserito in molteplici ricette e piatti, per donare ancor più sapore in un’ottica no waste.

L’unico accorgimento importante da avere prima di utilizzare la crosta in cucina e quello di lavarla bene e successivamente di grattare leggermente la parte più esterna, quella su cui si trova il timbro: solo a quel punto, la crosta sarà pronta per essere utilizzata nelle tue ricette.

Come riutilizzare la crosta del Parmigiano Reggiano

Ma quali sono allora i modi in cui la crosta del Parmigiano Reggiano DOP può essere riutilizzata?
Ecco una rapida guida.

Tra i metodi di utilizzo più conosciuti e che tutti noi, almeno una volta da bambini, abbiamo assaggiato c’è quello che prevede l’uso della crosta per insaporire minestroni e zuppe di ogni tipo: ti basterà tagliare la crosta a quadretti ed aggiungerli nella cottura delle tue minestre per donare un sapore inconfondibile alle tue ricette. Un ottimo modo per rendere speciali e divertenti le tue zuppe e farle così assaporare anche ai più piccoli!

Oltre a questo metodo già molto conosciuto, ci sono altre piccole chicche e trucchetti che renderanno la crosta del tuo Parmigiano Reggiano DOP semplicemente gustosissima.
Per la maggior parte di questi metodi è però fondamentale prima ammorbidirla, e anche in questo caso il processo è molto semplice: ti basterà lasciare la crosta a mollo in una ciotola piena di latte per qualche ora e quando la tirerai nuovamente fuori, il gioco sarà fatto! Pronta per essere utilizzata.

Una volta ammorbidita, potrai usarla per insaporire moltissime ricette: uno dei nostri metodi di utilizzo preferiti è quello che prevede di inserire la crosta ormai morbida nell’impasto delle polpette (di carne o di verdure!), per creare un ripieno ancor più gustoso e saporito. Sempre con lo stesso principio, se ti piace impastare e preparare focacce e pane in casa, puoi aggiungere un pizzico di crosta morbida all’impasto delle tue delizie da forno e goderti un nuovo sapore!

E da bravi italiani poteva forse mancare un metodo di riciclo che prevedesse l’uso della pasta? Certo che no!
E allora, dopo aver ammorbidito le tue croste ed averle tagliate a striscioline sottili, prova ad aggiungerle al tuo piatto di pasta preferito e vedrai che bontà! Noi ti consigliamo di aggiungerla alla golosissima pasta e fagioli, per un risultato irresistibile.

La crosta di Parmigiano Reggiano al forno o fritta

Infine, due piccole chicche davvero buonissime che scommettiamo ti faranno venire subito l’acquolina in bocca.
Per rendere davvero gustosa la tua crosta avanzata puoi decidere di abbrustolirla su uno spiedino o sulla griglia, scaldandola bene fino a quando la parte più esterna non inizia ad ammorbidire ed infine lentamente a sciogliersi, diventando golosamente filante. Un metodo perfetto per i veri appassionati del barbecue!

Altrimenti, come tutte le cose veramente buone, anche la crosta del Parmigiano Reggiano DOP può essere fritta: anche in questo caso ti consigliamo di tagliarla a striscioline e poi immergerle nell’olio bollente. Capirai che è il momento di toglierle quando inizieranno a gonfiare leggermente: mi raccomando, in questi ultimi due metodi è fondamentale che la crosta venga assaporata ancora calda, altrimenti tende a diventare di nuovo dura e a risultare piuttosto ostica da mangiare.
Ti abbiamo convinto?
Mettiti alla prova e riduci gli sprechi nella tua cucina!

Scopri le altre nostre ricette a base di Parmigiano Reggiano!
- 3 ricette per valorizzare al meglio il Parmigiano Reggiano
- Gli abbinamenti più insoliti (e buonissimi!) con il Parmigiano Reggiano
- Le tartellette di ciliegini arrosto, pinoli e Parmigiano Reggiano

Voglia di Parmigiano Reggiano?

Dai un'occhiata alla categoria!